domenica 8 agosto 2010

The better photographer - Guida a come fotografare con qualsiasi mezzo - Capitolo I, i ferri del mestiere, come scegliere la vostra compatta.

"Your camera doesn't matter" recita Ken Rockwell , l'amico di tutti fotografi "on the cheap way" ovvero gli squattrinati che, nonostante l'esiguo portafogli, non vogliono perdere l'opportunità di esprimere la loro creatività, il loro punto di vista sul mondo.

"Your camera doesn't matter"
Quest'affermazione è da interpretare.
Non vuol dire che dalla vostra compatta ne verrà fuori un'immagine di altissima qualità, simile a quelle pubblicate sulle riviste patinate tipo GQ e affini.

Per quelle occorrono apparecchi di alta precisione, con lenti studiate ad hoc e cosa più importante UN SENSORE D'IMMAGINE GROSSO QUANTO UNA CASA.
Si, forse non ci crederete mai, ma la chiave per il massimo della qualità è la grandezza del sensore. Ovviamente, sapete che occorre uno studio attrezzato con le giuste luci, altrimenti, l'intero potenziale verrà comunque sprecato. Un pò come fare il pieno di gasolio ad una Ferrari FXX

During the old school days, "durante i giorni della vecchia scuola", i professionisti usavano delle reflex, al cui interno c'era un rullino fotografico, 35mm per i fotoreporter, 120mm per i fotografi di moda e qualcosa di ancora più grande e scomodo per le foto panoramiche... per questo, vi rimando sempre a Ken Rockwell . La pagina è in inglese, se volete, usate wikipedia per gli approfondimenti sul sensore d'immagine.
Sensori d'immagine

Facciamo così, tenete aperto il link di wikipedia e vi spiego un pò cosa significano quei numeri e quei quadrati.
"Bigger is better".
Ai maschi la cosa suonerà piacevole, forse l'allusione al membro li ecciterà addirittura. Eggià, "più ce l'hai grosso e meglio è" il sensore intendo.
Ma non basta. Questo però ve lo spiego dopo, andiamo per ordine.
Bene, la fila in basso rappresenta la grandezza dei sensori d'immagine più comuni nelle compatte.
Cosa dovete fare quindi per avere un buon punto di partenza?
Trovare una compatta che abbia un sensore grosso 1/1.7" o 1/1,8".
In giro ce ne sono un pò, non sono costosissime ma nemmeno economiche.
Quello che vi consiglio è di rimanere su Nikon, Canon, Panasonic e Fuji.
Offrono un "parco macchine" per tutte le tasche, dai sensori più piccoli a quelli più performanti.
I miei discorsi per ora si fermano sulla compatte, alle reflex dedicherò i capitoli successivi.
In sostanza non guardate tutte le funzioni assurde e inutili che vi offrono le macchinette più fashion, sono solo uno specchietto per le allodole, un metodo per tirar fuori soldi inutili, non badando al risultato finale.
La qualità.

Scegliete quindi in base alle vostre tasche, si arrivano a spendere anche assurde cifre (qualcosa come 400 euro) ma non vi consiglio d'investire un così ingente capitale su una compatta.
Con tale cifra, se rabattate un pò in giro, vi portate a casa una reflex Nikon D40 o D40x con obiettivo 18-55 vr. Ottimo strumento per avvicinarvi al mondo reflex. Ormai fuori produzione, quindi a minor prezzo.
Bene, l'avete acquistata? Siete ancora perplessi?
Allora: Compatte più in voga
Qui sono catalogate tutte le compatte più gettonate del momento.
Come citato un pò più su, più grande è il sensore, più l'immagine migliora, ma occorre anche un buon software interno che riesca a gestire al meglio l'immagine catturata e una lente adatta, magari molto luminosa (per questo particolare, vi rimando al capitolo successivo). I Brand da me citati sono favolosi, andate sul sicuro.
Certo, nulla vieta di acquistare ad esempio una Sony, Pentax, Samsung.
Personalmente non ho molta dimestichezza con questi marchi nel campo compact/consumer quindi non saprei davvero cosa consigliarvi.

Ok, ci siamo stavolta? Ottimo!!! Altrimenti inviatemi una mail, farò il possibile per orientare le vostre curiosità sulla retta via.
Al prossimo capitolo per i settaggi ottimali e conoscere i limiti delle vostre fotocamere.

Ancora un esempio di street photography con una semplice compatta digitale, nulla di spettacolare, immagine sgranata, camera usata: Nikon S200
Train Stopping

Nessun commento:

Posta un commento